Il centro benessere è una delle mete più gettonate per giovani e meno giovani.

L’idea di prendersi una pausa dal mondo e concentrarsi solo su sé stessi ispira, ogni giorno, centinaia di persone.

Strutture di questo genere sono viste come il sistema più efficace per ricaricare le batterie ed affrontare, così, un nuovo periodo di lavoro.

Il crescente numero di persone pronte a vivere questa rilassante esperienza sottopone il centro benessere ad un forte stress, che si riflette anche sul livello di pulizia dell’ambiente.

La soluzione migliore, per fronteggiare questo tipo di emergenza, è rivolgersi ad imprese di pulizie specializzate come Aurora Clean, dotata di tecnologie all’avanguardia per combattere sporco e batteri.

Un intervento periodico e mirato potrà eliminare ogni elemento nocivo per la salute, impedendo ai germi di proliferare e di diventare potenzialmente dannosi.

Ma quali sono le parti del centro benessere su cui si deve concentrare l’attenzione dei professionisti?

Scopriamolo nel dettaglio.

L’ingresso

Il primo spazio potenzialmente a rischio è proprio l’ingresso.

Al contrario di quello che si pensa, nonostante si tratti di una zona non interessata dalle attività del centro, questa rappresenta a tutti gli effetti una sorta di ponte.

Infatti, l’area della reception risulterà costantemente contaminata dallo sporco proveniente dall’esterno, trasportato sotto le suole dei visitatori inconsapevoli.

Una detersione profonda dei pavimenti eviterà che le impurità si diffondano e che questa situazione diventi nociva per la salute.

Lo spogliatoio e le docce

Una volta superato l’ingresso, il cliente si reca nella zona degli spogliatoi, per indossare il kit previsto dal regolamento del centro benessere.

Nello stesso luogo saranno posizionate delle docce, utili una volta finiti i vari trattamenti.

L’umidità presente nell’ambiente circostante è, però, la condizione ideale per permettere a virus e funghi di proliferare indisturbati, infettando i malcapitati.

Solo attraverso l’impiego di prodotti antibatterici ad alta azione, maneggiati da personale esperto, sarà possibile mettere il cliente a riparo da qualsiasi tipo di situazione spiacevole.

Le vasche

Quasi tutti i centri benessere hanno zone d’acqua come piscine riscaldate, vasche refrigeranti ed idromassaggio.

Tali elementi vengono costantemente utilizzati da un considerevole numero di persone e, l’immersione continua determina la fuoriuscita di una certa quantità di acqua, che ricopre il pavimento fino al successivo turno di pulizie.

Quello che ne deriva è che, nei pressi delle zone in cui vi è acqua stagnante, potrebbe annidarsi un numero considerevole di batteri.

L’attenzione del professionista deve, perciò, focalizzarsi su questo importante aspetto e sulla strategia migliore per igienizzare le parti in questione.

L’area massaggi

Altra tappa cruciale della sanificazione periodica è, senza dubbio, l’area massaggi.

In questo spazio, infatti, alcune zone del corpo risultano particolarmente esposte e, quindi, maggiormente vulnerabili, richiedendo un piano di igienizzazione estremamente efficace.

Esistono, poi, alcuni trattamenti che il personale del centro benessere pratica servendosi di appositi strumenti, funzionali al raggiungimento dell’obiettivo finale.

In questi casi, la ditta di pulizie avrà il compito di sterilizzare gli oggetti, per evitare che attraverso questi si verifichi una indesiderata trasmissione di microbi.

Tutto questo e tanto altro rientra nei compiti che, periodicamente, Aurora Clean svolge all’interno delle strutture con cui collabora.

Se anche tu sei alla ricerca di un efficace sistema di sanificazione per il tuo centro benessere clicca qui.